Il contatore sulla montagna di euro che regaliamo all’Europa

Il Pedante risponde al contatore dell’Istituto Bruno Leoni sul debito pubblico, con un contatore diverso, decisamente più inquietante di quello dell’anzidetto Istituto, con il quale – sappiamo – si vuole far intendere che il problema italiano sia appunto il debito pubblico, senza però spiegare due o tre cosette sul debito, che pochi in realtà conoscono.

D’altro canto, personalmente ho già spiegato cosa sia il debito pubblico e perché per uno Stato pienamente sovrano, con un PIL degno di questo nome, non è un problema. Lo è invece per uno Stato che non è pienamente sovrano. Ma anche in questa tipologia di Stato – al quale il nostro paese sfortunatamente appartiene – tagliare il debito pubblico può essere drammaticamente pericoloso, perché, come NON spiega il grande cartellone elettronico installato nelle stazioni di Roma e Napoli, tagliare il debito significa meno risorse per lo Stato sociale, per gli stipendi dei pompieri, delle forze dell’ordine; significa meno risorse per la sanità e l’istruzione. Sicché – come invece spiega Il Pedante – il cartellone elettronico che testimonia l’incremento del debito pubblico, non può che essere una buona notizia, poiché questo significa che, nonostante la gabbia europea, l’Italia si sforza di tenere alto il livello delle prestazioni sociali.

Ma a parte questo, il noto blog economico – come ho detto – propone un contatore inedito (un controcontatore, che potete scaricare sotto forma di widget per WordPress) che testimonia quanti soldi – e sono tanti – il nostro paese ha versato all’Europa dal duemila e fino al presente (il contatore lo potete vedere sopra il post). Una cifra – questa sì – sottratta all’economia reale, ai servizi, ai cittadini e dunque al nostro benessere, poiché è indubbio che quanto riceviamo sotto forma di fondi europei è sempre meno di quanto paghiamo, emettendo titoli sul debito. Naturalmente.

Qui sotto, tanto per confermare, il grafico di quanto versiamo all’Europa e di quanto riceviamo (le cifre sono espresse in miliardi di euro). Come si può notare, il grafico illustra quanto sia svantaggioso restare in questa Europa; soprattutto conferma quanto sia assurda e ideologica la battaglia contro il debito pubblico, quando il vero problema è l’Unione Europea e la speculazione.

Nota. Per chi vuole inserire il controcontatore nel proprio sito WordPress, Il Petulante mette a disposizione un widget che potete scaricare da qui. Una volta scaricato, dovete caricarlo tramite il caricatore dei plugin, in “plugin->aggiungi nuovo->carica plugin”.

Il contatore widget può essere utilizzato in due modi, o come un normale widget dalla pagina “aspetto->widget”, oppure in ogni post con lo shortcode [ controcontatore-ue ] (nota: le parentesi quadre devono essere attaccate a controcontatore-ue).

Le opzioni dello shortcode sono:

separators  true / false
counter_size xs/sm/md/lg
width larghezza dell’iframe (da 0 a 100)
text Testo da inserire prima del contatore
text-size Dimensione del testo in px

Es. [ controcontatore-ue separators="false" counter_size="lg" ]

Aggiornamento al 22/02/2018. Risolto piccolo bug.