I media che esaltano la moglie di Macron, mentre con la signora Trump…

brigitte-melaniaE’ uno schifo totale. Leggere e sentire i commentatori dei media d’ogni parte del mondo (e in particolare europei) che esaltano l’eleganza della moglie di Macron, mentre quegli stessi media, qualche mesetto prima, denigravano la moglie di Trump, per il sol fatto che era la moglie di Trump, dà la dimensione della mistificazione di quella parte di informazione allineata e integrata nel sistema. E che dire poi degli stilisti (tranne pochi) che non volevano vestire Melania Trump, per protesta politica nei confronti del Presidente eletto? Ne avete sentito qualcuno prendere le distanze da Brigitte Macron per protesta politica contro il marito?

Guardateli tutti ora i media, prostrati davanti alla (nuova) regina di Francia, che si contorcono di piacere e di parole di compiacimento: o quant’è bella e quanto è elegante! E solo perché Macron, a differenza di Trump, è un ingranaggio del sistema elitario ed è un rappresentante di esso. E i media – sappiamo – sono il megafono di quel sistema.

Ipocrisia, ma solo fino a un certo punto. L’ipocrisia infatti è spesso un sentimento involontario. Qui c’è parecchia malafede nell’esaltare la moglie di un capo di Stato, solo perché corrisponde ai desiderata politici di quella stessa informazione ideologicizzata e asservita al potere, o peggio (c’è sempre di peggio!), ai desiderata politici di chi sgancia i dollaroni.

Tutti (o quasi) alla corte di Macron e di sua moglie Brigitte, il nuovo idolo dei salotti radical chic, dunque. L’uomo delle banche che ha salvato le banche e la tecnocrazia europea dal tornado populista della Le Pen. Ma, non si preoccupino lor signori. La loro è solo una vittoria temporanea. L’ondata sovranista, patriottica e populista presto o tardi li travolgerà; travolgerà loro e i loro idoli di plastica, i loro salotti di velluto, la loro informazione addomesticata e ipocrita, e la loro sovrastruttura pseudo-europea. Diamo solo tempo al tempo, e di loro rimarrà solo una nota a piè di pagina nei libri di storia.

  Commenta
E' stato un post interessante?27No5