Chi nasce in Italia non è italiano. E’ solo uno straniero nato in Italia

italia-ius-soli-italianoIeri, alla marcia pro-migranti, non poteva mancare lo spot allo ius soli. Quella bella genialata che la sinistra di palazzo e da salotto vorrebbe imporre anche in Italia. Ed è un po’ come avere una ferita aperta, e fare in modo che si apra ancora di più. Immaginate: sulle nostre coste approdano irregolarmente ogni giorno migliaia di africani. Ebbene, se dovessimo pure regalare la cittadinanza per il sol fatto che si nasca qui e che si frequenti la scuola dell’obbligo, nel giro di poco tempo gli italiani scomparirebbero come popolo e come cultura; soprattutto come identità.

Ma come ho già scritto in precedenza, alla fine può essere che questo sia il progetto. Del resto, non ha altra spiegazione questa ansia di riconoscere lo ius soli, che in Italia ci sta come i cavoli a merenda, perché il nostro paese non può offrire null’altro che miseria a chi ne varca i confini, e perché la nostra cultura è la nostra identità, e noi abbiamo il dovere morale, culturale, politico ed etico di preservarla nel tempo. Qualunque iniziativa, dunque, che miri a distruggerla o a dissolverla, è contraria ai sentimenti di patriottismo e di orgoglio nazionale. In altre parole, è contraria all’interesse nazionale.

Lo ius soli dunque è un’assurdità ideologica, che risponde al chiaro progetto di demolizione della nazione italiana e al suo dissolvimento in una massa frastagliata di gruppi etnici, ognuno rinchiuso nel proprio mondo. Un modo chirurgico per distruggere dall’interno un popolo, e creare la massa utile alle élite. Inoltre, è una balla colossale: chi nasce in Italia non è italiano, così come chi nasce in un aereo non è un volatile. Essere italiano è condividere usanze, usi, costumi, lingua e una cultura che ha delle precise caratteristiche. Sicché, il messaggio è ingannevole ed è persino pericoloso per l’integrità, l’indipendenza e l’identità della nostra società. Ecco perché deve essere respinto con tutte le nostre forze e la nostra determinazione. Chi nasce in Italia non è italiano; è solo uno straniero nato in Italia. Diventare italiano è un altro ben più complesso discorso, e non basta certo un passaporto regalato per dirsi tale.

  Commenta
E' stato un post interessante?18No1