Ai duri e puri del “mai il mio voto a Berlusconi, Salvini e Meloni”

Sui social principali, ma anche su quelli secondari e sui forum, il refrain è sempre lo stesso. Non voto il centrodestra, perché… perché c’è Berlusconi, che ha siglato il Nazareno e ha votato il Fiscal Compact e il pareggio di Bilancio, perché Salvini è incoerente, perché prima affermava con Berlusconi non più e ora invece ci si allea, o perché la Meloni ha votato il pareggio di bilancio e dunque non è credibile. E via uno sciorinamento di giustificazioni più o meno deboli, tipo: “io sono coerente“, “io voto quel cespuglio lì perché è l’unico che ha un programma sovranista“, “io mi astengo perché nessuno mi rappresenta“, “io non voto i liberisti, perché non voglio confondermi con loro” e meglio ancora, “Berlusconi, Salvini e Meloni si sono alleati con quelli che prima stavano con Renzi e Gentiloni e hanno votato le unioni civili“.

Insomma, dico io: fate quello che vi pare, siamo in democrazia (almeno in questo), ma portate rispetto nei confronti di chi, forse un po’ più realisticamente, pensa che il mostro europeista non si abbatta aspettando il momento ideale e il partito ideale (che difficilmente potrà mai arrivare). Se pensate davvero che la vostra coerenza sia la strada migliore, ebbene, tenetevela stretta, ma non guardate dall’alto in basso chi pensa che la coerenza, in certi casi, corrisponda a scarsa lungimiranza. Soprattutto non lamentatevi quando, a causa della vostra “coerenza” al governo saliranno i veri filo-europeisti, quelli che imporranno privatizzazioni, bail-in, aumento delle tasse e tagli perché ce lo chiede l’Europa.

E poi, mica è solo una questione “economica”, cari duri e puri. C’è anche una questione culturale e identitaria. Quali partiti hanno la possibilità di governare e propongono nel loro programma la tutela dell’identità di questa nazione e la sua cultura? Quali partiti hanno una realistica chance di governare e propongono politiche per la natalità e la famiglia? Quali partiti potranno realisticamente governare e intendono fermare l’immigrazione? Se guardassimo alla scorsa legislatura, non potremmo certo aspettarci misure coerenti con queste esigenze dalla sinistra e men che meno dai grillini. Del resto, le loro proposte di legge e le loro leggi parlano per loro: testamento biologico, ius soli, unioni civili, divorzio breve, reati di opinione, abolizione del reato di immigrazione clandestina. E se permettete, io quanto meno vorrei tentare di cambiarle queste leggi e vorrei impedire che quelle che ancora giacciono in parlamento, non diventino tali.

Ma forse a voi non interessa. A voi interessa essere coerenti, essere i duri e puri, e sostenere i cespuglietti o peggio, astenervi perché nessuno rappresenta la perfezione politica che rispecchia per intero i vostri ideali. Fatelo, per carità!, però nella consapevolezza che ogni voto non dato al centrodestra e che per questo sia dato ai cespugli o sia astensione, non solo non migliorerà la situazione già ampiamente critica, bensì la peggiorerà. E personalmente questo atteggiamento, sicuramente coerente, lo trovo scarsamente patriottico e illogico.

Questo sito Web memorizza alcuni dati dell’utente. Questi dati vengono utilizzati per fini statistici, per fornire un’esperienza personalizzata e per determinare la tua posizione sul nostro sito web in conformità con il Regolamento europeo sulla protezione dei dati. Se decidi di rinunciare a qualsiasi tracciamento futuro, nel tuo browser verrà impostato un cookie per ricordare questa scelta per un anno. Accetto, Non accetto

741